fbpx

Claudio Fogolin

  • claudio.fogolin@gmail.com

Scrivi un messaggio

claudio.fogolin

  • Ruolo: Attore, Formatore e Direttore Artistico
  • :

Biografia

Diplomato all’Accademia del Teatro “A l’Avogaria” di Venezia nel ‘99, frequenta successivamente corsi di specializzazione ed approfondimento su tecniche vocali, Metodo Stanislavskij e improvvisazione. In Teatro viene diretto da registi come V. Zernitz, G. De Meo, S. Pagin, M. Artuso, G. Morassi, P. Brolati, M. Tudori, M. Esposito, ed altri. Interpreta vari ruoli in film per la TV e Spot pubblicitari, collaborando con Andrea e Antonio Frazzi, M. Pozzi, M. Simonetti, T. Wender, ha l’onore di condividere il set con il Maestro Mario Monicelli in “Come Quando Fuori Piove”. Ha lavorato tra gli altri con Massimo Ghini, Stefano Accorsi, Claudio Gioè, Alessandro Sampaoli, Sabrina Corabi, Claudia Pandolfi, Sabrina Ferilli, Sandra Mondaini, Raimondo Vianello. Attualmente abbina il lavoro di attore all’attività di formazione e consulenza. Si descrive così: “Nasco a Treviso il 19 Novembre del 1975 esattamente allo scoccare della mezzanotte di una notte di luna piena. Non serve aggiungere altro, la situazione sembra molto chiara fin dall’inizio. Sono un lupo mannaro. Al successivo plenilunio non mi spuntano né le zanne né il pelo, quindi capisco che evidentemente qualcosa è andato storto. Aspetto il prossimo plenilunio. Ancora niente. Tutt’ora quando mi accorgo che la luna è piena passo la lingua sui canini per controllare, e confido che un giorno qualcosa di eclatante succederà. A 15 anni decido che il mio percorso di uomo debba necessariamente passare attraverso le assi del palcoscenico. Cerco di fare in modo che il percorso passi preferibilmente “sopra” le assi, e non proprio attraverso. Riesco nel mio intento, almeno parzialmente. A 20 anni entro nel magnifico mondo bancario, ci resto per due anni, il tempo utile per capire che effettivamente non c’entra niente con me, almeno finché non mi sarò trasformato in lupo. Divento ufficialmente “Teatrante”, grazie alla pazienza dei miei insegnanti dell’Accademia del Teatro “Avogaria” di Venezia, e in parte al loro condiviso desiderio di non rivedermi mai più. Da quel giorno esercito il meraviglioso mestiere dell’Attore, abbinandolo ad un continuo esercizio psico-attitudinale ed autoironico, il commercio.”

I suoi corsi